pagebanner

notizia

L'impermeabile è realizzato con vestiti impermeabili in tessuto impermeabile, il suo panno impermeabile applicabile ha nastro adesivo, tela cerata e pellicola di plastica, ecc.

Gli impermeabili sono originari della Cina. Nella dinastia Zhou, gli impermeabili erano fatti di "petrolio" alla vaniglia come impermeabile per proteggersi dalla pioggia. Questo impermeabile è quello che la gente chiama spesso "impermeabile". Gli impermeabili moderni prestano attenzione alla permeabilità all'aria del tessuto impermeabile e gli impermeabili traspiranti favoriscono il rilascio di aria calda e umida dall'impermeabile durante l'uso, aumentando il livello di comfort

Gli impermeabili sono originari della Cina. Durante la dinastia Zhou, un impermeabile fatto di "benzina" alla vaniglia era usato per proteggersi da pioggia, neve, vento e sole. Questo impermeabile era conosciuto come "Raincoat". Intorno al periodo primaverile e autunnale, gli antichi avevano inventato un impermeabile di tela cerata. Il ventisettesimo anno di Ai Gong a Zuozhuan: “Chen Chengzi ha creato Jangge con i vestiti”. Nota di Du Yu: "fatto, impermeabile". Duan Yucai della dinastia qing pensava: l'attrezzatura da pioggia non è fatta di erba, se i vestiti di tela cerata di oggi. Secondo la ricerca, a quel tempo, le persone avevano già la comprensione della pinza per piante da olio essiccante, Ebara, ecc., La cosiddetta tela cerata, è il tessuto con olio di tung o panno impermeabile asciutto con olio di choi. Dopo le dinastie del nord e del sud, la produzione di impermeabili di tela cerata fu ulteriormente avanzata. Potrebbe essere lavorato su seta o realizzato con carta bozzolo di bachi da seta. Durante la dinastia Sui, la tela cerata era usata per fare gli impermeabili. "Sui Book" una volta trasportava l'imperatore Yangdi vista la pioggia di caccia, "intorno ai vestiti di petrolio". Tuttavia, gli impermeabili di tela cerata erano costosi e difficili da ottenere per la gente comune. Solo gli aristocratici potevano goderseli. Nella dinastia Tang, gli impermeabili formavano una combinazione di impermeabile e cappello di cocco. La parola "Yuge Zi" scritta da Zhang Zhihe della dinastia Tang recita: "Ruoli verdi, impermeabile di cocco verde, nessun ritorno a causa del tempo inclinato", che descrive veramente i lavoratori che lavorano in impermeabili. Quindi diciamo "zhu zhu verde" e "impermeabile di cocco verde", perché entrambi sono fatti con le foglie delle piante. Nella dinastia Tang, c'erano impermeabili di seta. In un periodo storico piuttosto lungo, l'impermeabile e il cappello di cocco sono ancora impermeabili popolari, ma con lo sviluppo della produttività sociale non sono più paglia, ma marroni, diventando sempre più squisiti nella produzione. Nelle dinastie Song e Yuan, l'impermeabile di cocco era l'impermeabile dei soldati. Nelle dinastie Ming e Qing, anche i nobili preferivano l'impermeabile di cocco, come Jia Baoyu in a Dream of Red Mansions. Nei giorni di pioggia, indossava un "giunco ​​di spilla di giada" con erba di giada e un "cappello di vite d'oro" intrecciato con pelle di vite sottile e dipinto con olio di tung, che ha suscitato l'ammirazione delle ragazze. L'impermeabile in fibra di cocco è stato utilizzato come indumento antipioggia fino a quando l'apparizione del nuovo impermeabile di plastica moderno lascia gradualmente la vista della gente. Ma in alcune remote aree montuose, è ancora possibile vedere l'impermeabile di cocco fatto di fibre vegetali

Mellors kindu

Mellors kindu

Nel 1747, l'ingegnere francese Francois Freno utilizzò il lattice ottenuto dal legno di gomma per impregnare scarpe e cappotti di stoffa in questa soluzione di lattice per renderli impermeabili. In una fabbrica di gomma in Scozia, in Inghilterra, c'era un operaio di nome McGuindos. Un giorno del 1823, McGuindos stava lavorando quando gocciolò accidentalmente una soluzione di gomma sui suoi vestiti. Quando lo scoprì, lo asciugò rapidamente con le mani, ma sembrava che il liquido di gomma fosse penetrato nei suoi vestiti. Invece di pulirlo, è stato rivestito in un pezzo. Il signor McGuindos non riusciva a liberarsene, quindi lo indossava ancora per lavorare. Non passò molto tempo prima che McGuinty notasse che le parti gommate dell'indumento erano ricoperte da quella che sembrava colla impermeabile, un aspetto brutto ma impermeabile. Ha semplicemente ricoperto l'intero indumento con la gomma e il risultato è stato un capo a prova di pioggia. Con la nuova tuta, McGuinty non si è mai più dovuto preoccupare della pioggia. La novità si diffuse presto ei colleghi della fabbrica seguirono l'esempio di McGuinty e realizzarono impermeabili in vinile impermeabili. Successivamente, la crescente fama dell'impermeabile in nastro attirò l'attenzione di Parks, un metallurgico inglese, che studiò anche questo particolare tipo di abbigliamento. Parks ha scoperto che l'abbigliamento gommato, sebbene impermeabile, era duro e fragile, rendendolo poco attraente e scomodo da indossare. Parks ha deciso di migliorare il vestito. Non è stato fino al 1884 che Parks ha inventato e brevettato la tecnologia per utilizzare il disolfuro di carbonio come solvente, sciogliere la gomma e produrre forniture per l'impermeabilizzazione. Affinché l'invenzione potesse essere rapidamente trasformata in un prodotto, Parks vendette il brevetto a un uomo di nome Charles. Gli impermeabili iniziarono ad essere prodotti in grandi quantità e la Charles Raincoat Company divenne presto popolare in tutto il mondo. Mackindows, come tutti chiamavano il suo impermeabile, non fu però dimenticato. Da quel momento in poi, la parola "impermeabile" divenne nota in inglese come "Mackintosh". Dopo essere entrati nel ventesimo secolo, la comparsa di plastica e vari tessuti impermeabili ha reso lo stile e il colore degli impermeabili più ricchi e ricchi. Dopo gli anni '60, gli impermeabili realizzati con teli di plastica o impermeabili trattati divennero molto popolari


Tempo post: ottobre-29-2020